Fashion Design

& Artist Painter

Fashion Design

& Artist Painter

Anna Vigliarolo

Creazioni

Anna Vigliarolo

Creazioni

© Anna Vigliarolo - P.Iva 00857690085| Tutti i Diritti Riservati | Privacy policy|

L'Interiorità Femminile è un Mondo Magico, con profondità esclusive del suo Essere Donna.

 

Lo studio è rivolto all'evolversi della Donna-Farfalla, di una sua apertura alla Vita. Ho continuato lo studio inserendo l' immagine femminile all'interno di un emisfero "etereo" entro la quale da Donna- farfalla diventa a sua volta sinonimo di "Elfo" -"Folletto".

Paragonando la Donna-Farfalla a questi personaggi intendo dare un significato maggiore al mondo interiore femminile; per quanto non più bambina, per quanto consapevole della sua autonomia, per quanto saggia, racchiude e mantiene al suo interno il Magico universo di puri sentimenti: Amore, Amicizia, Poesia, Purezza e Libertà di mente, Sogno.

Il contenere questo universo fa' della  Donna-Farfalla uno "Spirito Elfo",fatto di incantesimi, di sogno, di evanescenza, inattaccabile dal mondo esterno, nonostante la consapevolezza del mondo reale al di fuori di SÈ.

  Anna Vigliarolo

RISVEGLIO

2004 - RECENSIONE dell'Artista Andrea Rebaudo (1954-2005)

   Inerente alla mostra personale a Montecarlo (Principato di Monaco) nel 2004.

 

  Secondo quanto riportato nei Dizionari Tecnici in relazione termine "Ceramica"- "Terzo fuoco” (ossia per ciò che riguarda la stesura della Vernice su smalto) si desume chiaramente quanto questa tecnica antica non sia priva di difficoltà, ragioni che l'avvento solo di mani sapienti ed allenate possono quindi continuare a lavorarvi con passione ed abnegazione. Nei Tondi ceramici che Anna presenta in questa occasione, si va oltre le sue tematiche correnti, fatte di intrecci e Faune varie di un ipotetico Eden perduto!

 Essa va delineando,se non chiarendo una volta per tutte la propria "Interiorità".

 Ossia mettendo a nudo in maniera inequivocabile, contestualizzando e delineando una nuova rappresentazione concreta delle proprie esperienze "Come a volte si presenta la vita in tutti i suoi risvolti".

 Possiamo quindi distinguere in questa recente visione delle cose, due momenti compositivi ben distinti, anche se legati da un tenue filo che tutto lega ed apparenta, in un disegno mentale composito più  ampio, che va ben oltre ogni spicciolo presupposto iniziale.

 Nella Tematica della "Farfalla" ad esempio, quale mimesi della donna (Donna-Farfalla), che attraverso la libera creatività raggiunge la completa libertà d'Essere; composizioni di fine cesello queste, in bilico tra l' ART DECO' se non a volte verso una visione più Metafisica dell' Esistenza! Sulle ali di queste Donne-Farfalle vanno delineandosi complessi e tortuosi percorsi, esperienze di Vite vissute, quali "Metamorfosis" di umanità in eterna ricerca e nesso tra la vita interiore e la vana esteriorità di un mondo che poco ci rappresenta. Composizioni di "Varia umanità", sulle quali aleggiano riflessioni melanconiche sulla vera essenza e complementarietà esistente tra Spirito e Materia, che vanno dipanandosi in un contesto sempre in bilico tra la realtà ed il sogno.

 Il senso di smarrimento ed abbandono, viene quindi stemperato dalla presenza in queste composizioni da Punti Focali, Globi Luminosi- Soli- che vanno ad illuminare la scena, in un crescendo di albeggiare di nuovi pregnanti Giorni!

 In questo contesto insieme delle cose,va ad inserirsi un altro elemento vitale molto importante per la nostra autrice, quello rappresentato dal Gabbiano (Gabbiano "Jonathan Livigston" da Richard Bach nel particolare) quale volatile; che diviene il paradigma, il senso vivo di ricerca della piena e completa libertà da ogni stringente mero vincolo.

 

L'altra tematica affrontata, si rifà invece alla rappresentazione visiva di brani poetici ripresi da grandi Autori. Possiamo quindi riscontrare in "Desiderio" da Garcia Lorca: L'eco e ricordo di una quiete lontana quasi rarefatta, raggiunta attraverso la coagulazione di sentimenti e passioni che sembrano essere tenute assieme dalle lunghe chiome di fluenti capelli dei protagonisti, nel divenire di foglie, mosse da un vento leggero, che tutto libera e tramuta in un movimento di sinuosa lenta bellezza.

 

Nella rappresentazione invece del "Gabbiano Jonathan Livingston -che più alto vola e più vede lontano", si riescono a percepire i sentimenti più profondi - sentimenti d' uomini e d' esseri viventi smarriti - che vanno oltre il loro pensiero e la loro mente.

L'immane sforzo di un volatile (che ci rappresenta tutti), che va dispiegando le proprie ali e le proprie restanti forze nel raggiungimento pur sempre di una meta sicura, terrena o metafisica che sia!

Mentre in "Amore" da Vincenzo Cardarelli, per la nostra autrice, si va delineando un tracciato irto di ramificazioni e spine dai tragici risvolti, quali eventi di vita.

Cammino sul quale spesso si avventura l'uomo, percorso disseminato di spine e ramificazioni che pur sembrando all'apparenza deboli, in realtà tutto lentamente rapprendono e soffocano, in un contesto che lascia solo trasparire una sofferta vena di amara solitudine ed impotenza, innanzi ad eventi di cui noi siamo solo dei muti testimoni, come d'altronde in "L'Amorosa spina" da Umberto Saba.

Infine, nei versi scritti da un amico: "Quando su un prato sboccia un fiore per rivelarsi...dalle sue radici risale la linfa vitale; sembra che Anna, quasi voglia a chiusura di questo ciclo di Tondi ceramici mettere in risalto che in fin dei conti può esistere in noi solamente una visione positiva della realtà, a prescindere da tutte le difficoltà che ci si presentano nel corso dell'Esistenza.

 

Questa linfa vitale che sembra fluire senza limitazioni di continuità dalle radici, dal profondo della terra, sino alle Foglie e Fiori che in superficie, si vanno disperdendo nell'ammagliante azzurro del cielo, essa vuol esprimere in definitiva quel senso di rinascita della Natura e di conseguenza dell'Uomo medesimo, che può soltanto avvenire nel passaggio dal triste Inverno ad una Primavera ristoratrice.

E' senza dubbio una strada per certi versi difficile quella intrapresa parallelamente dalla Vigliarolo (la quale non abbandona certamente del tutto i più classici stilemi d'Arte); ma che in questa occasione rompe i legami con una certa visione a volte impersonale e lontana dalla piena creatività, raggiungendo, conquistando un linguaggio più vicino alla propria anima!

 

                                                                                              Andrea Rebaudo

 

PORCELLANA D'ARTE "TEMATICA"

Fashion Design

& Artist Painter